Dietro le quinte

Nascosti come volti o voci, ma presentissimi nel progetto “PBS Personal Book Shopper” sono coloro che ci hanno aiutato a trasformare la nostra idea e le nostre competenze in qualcosa di piacevolmente fruibile da te che stai guardando il sito.

Sono Clac, la grafica che ha inventato il nostro logo (che portiamo cucito anche sulle nostre divise ufficiali da PBS, quando siamo in trasferta!), Massimo Pistore, il fotografo che con la sua perizia ci ritrae così splendenti, e infine, last but not least, Antonio Massariolo, che ha fisicamente (se questo avverbio si può usare in riferimento al web!) messo insieme il nostro sito (e insegnato a Vale come si fa!).

Qui sotto scopri (oltre ai loro volti) qualcosa in più su di loro :

Clac

Sono Clac, grafica e illustratrice, nata al confine tra Veneto e Friuli nello stesso anno in cui Thriller di Michael Jackson viene pubblicato. Mi laureo a Padova e mi occupo di comunicazione, grafica e social network per un’importante istituzione culturale italiana.
Ho sempre disegnato, ma solo dopo la laurea ho pensato che potevo provare a farlo “seriamente”. Così mi sono messa a studiare e ho avuto la fortuna di frequentare corsi e workshop tenuti da bravissimi professionisti. Da allora ho lavorato con entusiasmo a molti progetti, partecipato a mostre collettive di illustrazione, pubblicato in alcuni progetti di self-press e sono stata selezionata e pubblicata nell’Annual dell’associazione AI – Autori di Immagini negli anni 2014, 2015 e 2016.
Oltre a dedicarmi con passione ai colori e alle linee, amo bere il tè, leggere kg di graphic novels e sono cintura nera di Trivial Pursuit. Mi trovi qui: www.clac.me e qui: www.behance.com/laClac

Massimo Pistore

Sono nato e cresciuto a Bolzano, approdato a Padova per laurearmi, dopo un po’ di anni, in Ingegneria Informatica.
Mentre appuravo quanto possa essere noioso il lavoro dell’ingegnere informatico, scoprivo anche quanto mi piacesse la fotografia e a breve la passione è diventata una professione. Ho iniziato con la fotografia di cronaca che oltre ad essere un’ottima scuola mi ha fatto capire che quello che cerco dalla fotografia è il racconto: di un fatto con le foto di documentazione, di una storia o di un frammento di realtà attraverso il reportage, di una persona attraverso il suo ritratto, di un progetto con gli scatti che ne rappresentino l’idea. E infatti oggi gestisco uno studio fotografico a Padova (www.pixustudio.it) e continuo a documentare e raccontare quello che il mio lavoro mi porta ad incontrare e conoscere.

Antonio Massariolo

Sono un veneziano trapiantato a Padova, dove mi sono laureato in Scienze della Comunicazione e dove ho contribuito a fondare RadioBue.it, la webradio dell’ateneo. Patologicamente appassionato di ciclismo, ho iniziato a fare il giornalista proprio scrivendo di sport. Ho in piedi un progetto che parla di mafia in Veneto che si chiama 109-96 (www.109-96.it) e scrivo per la testata giornalistica Venezia Today. Sono co-organizzatore di Hack&Hackers, una serie di incontri informali tra parolai e smanettoni, cioè hackers e giornalisti, e, visto che mi sento molto in mezzo a queste due categorie, ho aiutato le Personal Book Shopper a realizzare il loro sito.