Blog

Il tè nero thailandese Lahu black è prodotto da piante molto antiche di camelia assamica e viene coltivato nel nord della Thailandia dalla minoranza etnica dei Lahu, custodi della tradizione antica e rituale del tè. Le piante da cui è ricavato hanno circa tre-quattrocento anni e il sapore della bevanda che ne viene fuori Nicoletta Tul, l’esperta tea tester con cui collaboriamo (e che trovate a Padova nel meraviglioso negozio La finestra sul tè), l’ha definito “selvaggio“.

Sa di legno bagnato, è un sapore dolce e agrumato: sembra quasi una marmellata di arance. In bocca scivola via, ma lascia il segno.

Lo puoi preparare scaldando l’acqua a 85-90 gradi e mettendo nella teiera 2 grammi per 3 minuti  circa per ogni tazza (200 ml circa). Nicoletta suggerisce di degustare la seconda infusione.

Il libro che Vale consiglia di leggere sorseggiando una bevanda così preziosa? Ovviamente Una vita come tante di Hanya Yanagihara (Sellerio), un romanzo che trafigge il lettore e cela in sé certamente qualcosa di sacro. Lo abbiamo recensito qui e anche consigliato qui, parlando di gatti.





Leave a Reply








Libri consigliati

Facebook